22 Febbraio 2024

Voglio costruire un e-commerce.

This content has been archived. It may no longer be relevant

L’e-commerce è da parecchi anni in forte espansione ma la crisi sanitaria causata dal COVID-19 ha impresso una forte spinta fino a farlo diventare il principale mezzo per fare acquisti. I vantaggi rispetto al tradizionale negozio fisico sono innegabili: il consumatore trova facilmente beni che nei negozi non trova o sono terminati; rapidità e comodità di consegna (a domicilio o presso un punto di ritiro); prezzi più bassi.

Tuttavia, la costruzione di un e-commerce non è semplice come spesso si crede: se da un punto di vista strettamente tecnico si tratta di un’operazione facile – sia che lo si costruisca in proprio, sia che lo si commissioni a un terzo esperto – la vera difficoltà risiede nella costruzione del supporto giuridico.

Vendere online significa:

  1. preparare contratti (termini e condizioni) chiari e inattaccabili;
  2. concepire una valida politica per i resi affinché il consumatore possa correttamente esercitare i suoi diritti e affinché non cada vittima delle crescenti truffe ai danni dei venditori;
  3. implementare un trattamento dei dati personali efficace e conforme al GDPR;
  4. effettuare tutte le comunicazioni obbligatorie per legge;
  5. predisporre un meccanismo per il recupero dei crediti nei confronti del consumatore.

Tre passi per trovare una soluzione.

Contattami per ulteriori richieste.